INTERVISTA A AKIKO HIGASHIMURA, AUTRICE DI KURAGEHIME

INTERVISTA A AKIKO HIGASHIMURA, AUTRICE DI KURAGEHIME
Pubblicata il 03/08/2016 — Ultimo aggiornamento 01/10/2020

«Vienimi incontro: ti offrirò un caffè latte, e parleremo di manga!»

AKIKO HIGASHIMURA autrice di KURAGEHIME - LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE
Photo credit: © Weekly Bunshun

KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE è stata una delle rare serie che la casa editrice giapponese Kodansha ha cominciato a pubblicare in seguito alle pressanti richieste dei fan, iniziate ben prima che fosse data alle stampe. Come si spiega questo hype? In parte è giustificato dall’accurata e divertente descrizione della vita delle ragazze “otaku”, e in parte dal valore del nome di Akiko Higashimura, carismatica mangaka specializzata in josei manga e grande appassionata del genere fujoshi.

In occasione dell’uscita del vol. 14 della serie KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE, pubblicata in Italia da Edizioni Star Comics, riportiamo in traduzione italiana la versione integrale dell’intervista di Misaki C. Kido (Twitter: @_mckido) ad Akiko Higashimura, pubblicata il 14 Giugno 2016 sul sito ufficiale della casa editrice Kodansha (qui il link all’originale).

Biografia di Akiko Higashimura

Nata a Kushima, nella prefettura giapponese di Miyagi, debutta come mangaka con Fruits Koumori, edito da Shueisha. Nel 2001 inizia a lavorare alla sua prima serie, Kisekai Yuka-chan, inserito nell’antologia shojo Cookie, pubblicata da Shueisha. Tra i suoi lavori più famosi ricordiamo Mama wa Temparist,  Himawari: Kenichi Legend,  Kakukaku Shikajika: quest’ultimo nel 2015 vince l’8° Annual Manga Award e anche il 19° Annual Japan Cultural Affair Media Art Festival Manga Award. Higashimura è conosciuta per la capacità di lavorare contemporaneamente a più serie, tra cui Yukibana no Tora (pubblicata da Shogakukan), Kuragehime – La Principessa delle Meduse e Tokyo Tarareba-Musume (queste ultime entrambe pubblicate da Kodansha).

Com’eri da bambina?

Il lavoro di mio padre richiedeva molti trasferimenti, così la mia famiglia doveva spostarsi spesso. Ci siamo trasferiti cinque volte durante gli anni delle mie scuole elementari e due durante le scuole medie. Ero una bambina molto vivace, così non mi era difficile farmi degli amici, ma dovetti accettare il fatto che, ogni volta che ci spostavamo, dovevo costruire di nuovo delle amicizie con nuove persone. Ricordo che pensavo «ok, devo solo superare quest’intero anno senza creare guai». Ero riflessiva, per essere una bambina.

KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE

Leggevi i manga durante gli anni della tua crescita? Qual è il manga che ti ha influenzato di più?

A partire dagli anni ’80, in generale, sono stata molto influenzata dagli shojo manga. Più che esserlo da una serie in particolare, sono stata influenzata da tutti gli shojo che ho letto in quel periodo.

Come e perché sei diventata una mangaka?

Stavo sempre a disegnare sin da quando ero piccola, e anche i miei genitori mi hanno supportato in questo. Per quanto io possa ricordare, era scolpito nella mia mente che un giorno sarei diventata una mangaka, anche se mi ci è voluto un po’ di tempo per farlo. Quando ho realizzato e sottoposto alle case editrici il mio primo manga ero già una professionista.

In che modo è nata la storia di KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE?

Mi piacciono i manga shojo sin da quando ero piccola, così quando ho iniziato seriamente a lavorare alla mia prima opera di questo genere ho messo insieme tutti gli aspetti che preferisco, come il tema della conoscenza tra ragazzo e ragazza, il “gap-moe” (innamorarsi di un lato di una persona che ci sembra inaspettato) e l’amicizia tra ragazze.

"La maggior parte dei personaggi sono basati sulle mie amiche otaku."

Hai scelto dei modelli per i personaggi di KURAGEHIME? In quale personaggio ti identifichi di più?

Ci sono dei modelli per questi personaggi: la maggior parte di loro sono basati sulle mie amiche otaku. Quand’ero una studentessa ero davvero appassionata di meduse: trascorrevo molto tempo a disegnarle, o a sfogliare libri di fotografie che le ritraevano. In questo senso Tsukimi, l’amante delle meduse, è ispirata a me stessa, anche se le persone mi dicono che il mio carattere è più simile a quello di Kuranosuke, il ragazzo che si traveste da donna.

Parlando di Kuranosuke, come mai hai scelto di creare un personaggio principale maschile che pratica il travestitismo?

Inizialmente, Kuranosuke doveva essere una bella ragazza. Quando spiegai quest’idea al mio editor, mi rispose «e se questo personaggio fosse un ragazzo?». Pensai «wow, quanto sarebbe fico se il protagonista maschile avesse le sembianze della “principessa” che la protagonista femminile sogna di diventare?». Così ho cambiato impostazione immediatamente. Originariamente avevo immaginato che Kuranosuke avesse una personalità davvero forte, ma il trasformarla in un ragazzo che si traveste da donna lo ha reso un personaggio dal carattere ancora più forte, davvero sicuro di sé.

KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE

Preferisci disegnare o scrivere le sceneggiature? Trovi una cosa più difficile dell’altra?

Provo solo gioia, sia che disegni o scriva sceneggiature. Non l’ho mai percepita come un’attività difficile o faticosa.

Cosa provi nel vedere che il tuo manga è stato adattato in un anime o in un live-action?

Mi rende veramente felice. È davvero eccitante vedere altri creativi espandere l’universo che ho creato per il mio manga.

Pratichi qualche hobby in particolare?

Coltivo piante grasse: trascorro tutta la mia giornata libera a fare giardinaggio.

A quale manga stai lavorando in questo momento?

Ultimamente sto lavorando a due serie: Tokyo Tarareba-Musume, che riguarda i problemi delle donne single trentenni  e Yukibana no Tora, basata sia su una storia vera che sulla mia immaginazione, rispondendo alla domanda «cosa sarebbe successo se Kenshin Uesugi, l’eroe di guerra giapponese [grande samurai e daimyo vissuto nel XVI secolo, NdT ], fosse stato una donna?».

Hai qualcosa da dire riguardo ai tuoi fan non giapponesi?

Ho notato che attualmente anche le persone fuori dal Giappone sono molto appassionate di manga. È stimolante poterne parlare con qualcuno che provenga da una nazione diversa. Io sono solita muovermi nei dintorni di Harajuku, dov’è il mio studio: semmai tu dovessi vedermi da quelle parti, vienimi incontro: ti offrirò un caffè latte, e parleremo di manga!

Grazie!

Edizioni Star Comics pubblica in Italia la prima edizione di KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE. Tutti i volumi sono attualmente disponibili in fumetteria, nello shop online Star Comics o su Amazon.

Continuate a seguirci sul nostro sito ufficiale, sul minisito Valiant, sul minisito SCP e sulle pagine Facebook Edizioni Star Comics e Valiant Italia per ricevere tutti gli aggiornamenti!


Ultime news

OnePiece96_news_cover.jpg
ONE PIECE N. 96: LA MITICA SAGA CONTINUA
27/11/2020

Disponibile a dicembre

Baptism2_news_cover.jpg
SLITTAMENTO DATA DI USCITA DI BAPTISM N. 2
24/11/2020

Informiamo i nostri lettori che, per motivi di carattere tecnico, l’uscita del volume n. 2 di BAPTISM slitterà dal 25/11/2020 al 2/12/2020.

Mirka_Cartoomics2020_cover.jpg
SPICE IT UP! MIRKA ANDOLFO PRESENTA SWEET PAPRIKA
24/11/2020

Uno speciale showcase live per Cartoomics

HitorijimeBoyfriend_cover.jpg
HITORIJIME BOYFRIEND: QUANTO È SOTTILE LA LINEA DI CONFINE FRA AMICIZIA E AMORE?
23/11/2020

Il volume unico disponibile a dicembre in Italia

Digistar_DBSuper1_big.jpg
DRAGON BALL SUPER ARRIVA IN DIGITALE!
23/11/2020

Una nuova uscita ogni settimana

Raisekamika5_big.jpg
RAISEKAMIKA N. 5: SI CONCLUDE LO SPETTACOLARE BATTLE-FANTASY FIRMATO DA HAJIME SEGAWA
19/11/2020

Il quinto e ultimo volume disponibile a novembre

DigiStar_Kobo_AppleBooks_big.jpg
I MANGA DIGISTAR ORA DISPONIBILI SU KOBO E APPLE BOOKS
16/11/2020

La lista completa di tutte le serie disponibili in versione digitale

OlympiaKyklos1_12-11_big.jpg
OLYMPIA KYKLOS n. 1: LA NUOVA SERIE DELL’AUTRICE DI THERMAE ROMAE
12/11/2020

A novembre in tutte le fumetterie, librerie e store online

SweetPaprika_Cartoomics2020_big.jpg
MIRKA ANDOLFO OSPITE DI CARTOOMICS
11/11/2020

Live sul canale Twitch di Cartoomics